Razze Italiane


Tutte Le Razze

Pensioni &  
Dog-sitter

Allevamenti & 
Addestramenti


Manifestazioni

Salute &  
Bellezza

Legge &    Animali
 
BULL TERRIER INGLESE

UN PO' DI STORIA:
La razza nasce nel primo trentennio del XIX secolo, in Inghilterra, ma le sue radici sono da ricercarsi in tempi ben più lontani. Il Bull-Terrier nasce infatti, probabilmente nel Settecento, quando si cominciano ad incrociare terrier di gamba lunga e bulldog, per ottenere esemplari da combattimento, divertimento molto diffuso all’epoca. La nascita ufficiale dei primi esemplari, come li conosciamo oggi, nasce nel 1835, con un primo esemplare femmina completamente bianco. L’evoluzione del “tipo” non subì da quel momento eclatanti variazioni, tranne quella del mantello, che venne accettato anche colorato ne 1920, e del taglio delle orecchie che venne abolito nel 1895 da Edoardo II; nel ’39 vennero poi riconosciute anche le razze “nane”.

ASPETTO FISICO: Non ci sono limiti per la taglia ed il peso del Bull terrier standard, mentre il miniature non deve superare i 35,5 cm di altezza al garrese.
Il tronco deve essere tondeggiante con una cerchiatura delle costole molto marcata; il ventre è leggermente risalente e il dorso è corto, solido con una linea che dietro al garrese appare diritta ma che si incurva sulla groppa larga e muscolosa; il collo è lungo e molto muscoloso. La coda è di media lunghezza bassa, grossa all’attaccatura e più sottile in punta. La testa è lunga, forte e profonda; gli occhi sono piccoli e piazzati obliqui, neri o marrone scuro; le orecchie sono piccole, vicine tra loro e portate all’insù. I denti sono regolari e con chiusura a forbice. Il mantello è bianco puro, tigrato o pluricolore nel cui caso il bianco deve essere in minoranza; il pelo è corto, duro al tatto ed uniforme. Gli arti anteriori presentano ossatura forte e rotonda; i posteriori hanno coscia muscolosa e ginocchio ben angolato.

CARATTERE: il Bull terrier rimane pur sempre un molossoide e mantiene quello spirito combattivo ed indomito che richiede una particolare attenzione nell’educazione e nella gestione. Ciò non toglie che ogni esemplare di questa razza possa crescere equilibrato, affidabile e gestibile, purché ci si occupi di lui con serietà e serenità, ben equilibrando premi e castighi, soprattutto mai in contraddizione. Meglio se non si sceglie di far convivere più esemplari maschi nella stessa casa. Non va trascurato il suo temperamento e soprattutto la sua forza fisica; mal sopporta il chiasso ed il via vai in casa. Non è adatto ad un padrone pigro: il Bull terrier ha bisogno di scaricare le proprie energie.

PARTICOLARE ATTENZIONE A : il Bull terrier è un rosicchiatore incallito e tende ad inghiottire qualunque oggetto attiri la sua attenzione. Una patologia tipica della razza è l’acrodermatite, causata da un ridotto livello di zinco nell’organismo; a volte i cuccioli che non ricevono abbastanza anticorpi dalla mamma prsentano delle lesioni cutanee, localizzate specialmente sul muso e tra le dita.

Seleziona il mese 

 


 
Curiosita'

   Rassegna Stampa


Annunci

   Agenzia Matrimoniale
  

Il Tuo Amico

    Chi l'ha visto?

   Il Dottore di "Dogs"


Forum


Bacheca
 

Google

 SONDAGGIO
Qual è il paese europeo ideale per una vacanza con Fido?
 Germania
 Francia
 Spagna
 Svizzera
 Italia

Guarda i risultati!
 
 MAILING LIST
 Iscriviti!!!
Utente
Azienda   

 

Contattaci Aggiungi ai preferiti Dogs.it come home page La chat Segnala il sito
 © 1996 2003 Kosmos Image s.r.l. Via Cluentina, 26 - 62100 Macerata Tel 0733 292222 Fax 0733 292223