Razze Italiane


Tutte Le Razze

Pensioni &  
Dog-sitter

Allevamenti & 
Addestramenti


Manifestazioni

Salute &  
Bellezza

Legge &    Animali
 
 
15/07/2007

D´estate torna il dramma degli animali abbandonati

Salva articolo in formato testo   
Questa orrenda realtà spesso è la conseguenza di logiche errate. Troppo spesso compriamo un cane, o più in generale un animale, per soddisfare il capriccio estemporaneo di un bambino. Ma l’acquisto di un cane, con tutte le problematiche che comporta non è come acquistare un peluche, una bambola o un giocattolo. Quando il bambino, viziato, si sarà stancato non lo possiamo riporre in un armadio e i problemi rimangono. È inspiegabile come personale normali, possano solo pensare di abbandonare un animale, in mezzo ad una strada, senza pensare a tutte le conseguenze dell’atto criminale.
Questa pratica oltre ad essere un dramma sociale, con il fenomeno del randagismo sempre più preoccupante, ha innestato un giro di affari stimato intorno ai 500 milioni di euro: alcuni privati hanno costruito la loro fortuna grazie a convenzioni miliardarie con amministrazioni locali compiacenti, spesso aggiudicate con gare d’appalto al ribasso d’asta, alle quali corrispondono strutture fatiscenti, veri e propri lager dove è impedito l’accesso a chiunque e da dove i cani non usciranno mai.
Le strutture pubbliche sono spesso insufficienti o a volte totalmente inesistenti; in questi casi diventa più semplice per le amministrazioni incapaci di trovare soluzioni che tengano conto del rispetto degli animali, dare in appalto esterno a privati la gestione dei canili. Il contributo economico elargito per ogni cane può variare da 2 a 7 € al giorno e gli appalti possono arrivare a raggiungere cifre altissime a volte milionario. Diventa chiaro pertanto l’interesse nel settore dimostrato da persone senza scrupoli. In modo sempre più frequente negli ultimi anni, attraverso un’opera di monitoraggio operata dalla LAV e grazie alle segnalazioni giunte alla nostra associazione, è stato possibile denunciare realtà in cui i canili sono strutture sovraffollate, inadatte, prive delle condizioni igienico-sanitarie necessarie, in cui i cani sono malnutriti, senza alcuna assistenza veterinaria, vittime di ogni sorta di maltrattamenti. Il nostro augurio, oltre ad un opera di controllo e applicazione delle pene previste, è che si cominci a tutti i livelli scolastici dell’istruzione a sensibilizzare i bambini su queste conseguenze dei loro capricci, sicuri che solo lavorando dalla base del problema sarà possibile col tempo raggiungere una duratura soluzione. Fondamentale, se vi trovate davanti ad una scena in cui vedete o sospettate che stiano abbandonando un animale, non esitate segnate la targa del veicolo coinvolto e comunicatolo alle autorità competenti.

 
manda
questo
articolo
  Paolo Cattaneo     

Altre Notizie
28/03/2008 Cassazione: i cani in casa devono abbaiare poco Salva in formato testo
14/11/2007 Oggetto:chiarimenti e ulteriori disposizioni riguardanti il Libro genealogico del cane di razza Salva in formato testo
17/08/2007 Bari: contadino muore aggredito da un branco di cani randagi Salva in formato testo
14/07/2006 LIBERATI I CONDOR DI D´ARRIGO Salva in formato testo
04/07/2006 GIAPPONE: AL BAR CON GLI AMICI A QUATTRO ZAMPE Salva in formato testo
05/05/2006 AMICI DELL´ARIA A RISCHIO ESTINZIONI Salva in formato testo
13/02/2006 ANCHE I CANI ´PARLANO´ CON L´INFLESSIONE Salva in formato testo
27/01/2006 PRONTO VACCINO AVIARIA EFFICACE SUGLI ANIMALI AL 100% Salva in formato testo
14/04/2005 BEAGLE DA ADOTTARE Salva in formato testo

 
Curiosita'

   Rassegna Stampa


Annunci

   Agenzia Matrimoniale
  

Il Tuo Amico

    Chi l'ha visto?

   Il Dottore di "Dogs"


Forum


Bacheca
 

Google

 SONDAGGIO
Qual è il paese europeo ideale per una vacanza con Fido?
 Germania
 Francia
 Spagna
 Svizzera
 Italia

Guarda i risultati!
 
 MAILING LIST
 Iscriviti!!!
Utente
Azienda   
Contattaci Aggiungi ai preferiti Dogs.it come home page La chat Segnala il sito
 ï¿½ 1996 2003 Kosmos Image s.r.l. Via Cluentina, 26 - 62100 Macerata Tel 0733 292222 Fax 0733 292223